EVENTI

THINKING DAY 2016

21 febbraio, una giornata tra gioia e memoria con gli scout di Vigevano

Domenica 21 febbraio i gruppi scout  AGESCI e FSE di Vigevano si uniranno  nelle  vie del centro cittadino, in occasione della  ricorrenza della giornata mondiale del pensiero (World Thinking  Day), ricordata da tutti gli scout del mondo, per dare vita a una serie di attività e momenti di incontro aperti alla cittadinanza.

Come ogni anno ci adoperiamo proponendo temi che riconducano ad un pensiero rivolto al nostro mondo e come poterlo vivere al meglio. Per questa Giornata mondiale del pensiero (WTD) l’invito è di celebrare tutte le molteplici connessioni significative che riempiono la nostra vita e che rendono migliori le nostre vite, che riguardano le persone a noi care, i luoghi che abitiamo, gli scout e le guide amici vicini e dall’altra parte del mondo.

Ci piace tradurre il tema del Thinking Day 2016 – Connect – con la parola legame perché ci interessa che i nostri mi piace siano dei mi stai a cuore, i nostri amici siano nostri compagni di strada e che tutte le connessioni siano solo lo strumento per creare legami veri e duraturi con l’altro, non semplici e fugaci momenti di incontro, banali connessioni di byte. Perché la precarietà e la velocità con cui a volte consumiamo le nostre relazioni non siano mai di casa nella grande famiglia degli scout.

Una giornata per ricordare che lo scautismo è prima di tutto una famiglia, con un presente e un futuro da vivere fino in fondo, ma anche un passato da ricordare, un’ avventura che,  per una guida o uno scout,  per tutta la vita è piena di connessioni con il mondo e con le persone che si incontrano.

È questo il senso della nostra presenza nelle vie del centro. La giornata inizierà alle 9,30 in Piazza Ducale per alcuni giochi insieme, dare spazio ad una mostra delle nostre attività, cui seguirà la  Messa insieme alle ore 12,00 in Duomo  e che,  nel pomeriggio, condurrà all’incontro che avrà luogo presso l’Auditorium San Dionigi  alle ore 15,30 sul tema “QUESTA NON LA BEVO: alternative e nuova normalità nell’uso di alcool e altre sostanze” :  un tema attuale scottante soprattutto tra i più giovani, un modo per parlarne, approfondire e provare a connettersi con una realtà da non sottovalutare, in cui il “mi stai a cuore” ha un significato.

Ci auguriamo di cuore che l’invito all’incontro sia colto da tante persone, anche per aiutarci a far comprendere ai ragazzi di oggi, la bellezza e la responsabilità di essere eredi di una storia che viene da lontano.

A.R.